Posted on 24 commenti

Una penisola in cucina

La cucina con penisola al pari di quella con isola trattata nel precedente post,ROYALE ok x stampa_Layout 1

è molto apprezzata e sempre più richiesta dai miei clienti, indipendentemente dalla loro età e dallo stile della cucina che stanno per scegliere.

Per molti non inserire una penisola in qualunque modo e in qualsiasi posto nella cucina è come un piatto di pasta in bianco o una pizza margherita senza mozzarella.

In molti casi, cari clienti avete ragione.

Una penisola è un ingrediente che dà più sapore oltre che  un tocco di modernità alla vostra cucina rendendola particolare oltre che più funzionale.

Naturalmente non si può fare copia e incolla con le cucine viste su internet o sui cataloghi ed è necessario valutare ogni  ambiente e cercare la soluzione migliore  sulla base dello spazio a disposizione, della posizione di porte e finestre e degli altri vincoli presenti.

In ogni caso se vuoi progettare da te la tua cucina o perlomeno abbozzare una composizione o comunque tener testa ad un progettista, leggi attentamente i miei consigli.

 

Posiziona la penisola preferibilmente a fine composizione

E’ preferibile inserire la penisola come naturale completamento di una composizione.

Questo significa quindi che la composizione va interrotta come in questo caso.

cucina con penisola 1                           

Altre volte è necessario terminare con la penisola perché in presenza di porte o finestre o limiti di altra natura, in questo caso accertati di lasciare lo spazio necessario per muoverti all’interno della composizione. 

 

                                                                                                                                                                                      Cerca di realizzarla il più grande possibile

Evita penisole inferiori a cm 65 di profondità e a cm 180 di lunghezza.

Se la penisola è piccola è ridicola.

Una buona misura in una cucina media è cm 90/100 di profondità e cm 180/200 di lunghezza.

 Prevedi uno sbalzo del piano di almeno cm 25

Questo spazio ti serve per inserire le gambe.sbalzo di cm 25

Con uno spazio inferiore potresti avere qualche problema con le ginocchia che finirebbero per sbattere in continuazione.

Naturalmente se non devi inserire gli sgabelli e quindi non usare la penisola come snack non serve la sporgenza del top anzi è più bello il top a filo che non una piccola sporgenza.

Evita l’adiacenza ad una colonna

penisola vicino colonna

Come puoi vedere nell’immagine è da evitare assolutamente che la penisola parta da una colonna alta o bassa che sia.

Guarda bene le immagini delle penisole e vedrai che le più belle sono in continuità con il piano.

Lascia almeno cm 130 di spazio tra penisola e tavolo

cucina con penisola                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                            Se devi inserire un tavolo con delle sedie, lo spazio indicato ti serve per garantirti di sederti comodamente oltre che una distanza inferiore  creerebbe un po’ di sovraffollamento.

Le distanze tra gli altri elementi possono essere anche inferiori come puoi evincere dal disegno( cm 100 ).

 

In presenza di un tavolo prevedi lo snack ad un’altezza maggiore 

Se vi è un tavolo nello stesso ambiente  è preferibile che lo snack sia più alto del tavolo che è alto circa cm 75.sgabelli e sedie penisola

Questo accorgimento serve ad evitare una duplicazione e a creare movimento visto che gli sgabelli per uno snack alto cm 90( cioè la stessa altezza del piano della cucina) sono più alti.

E’ possibile anche alzare ulteriormente il piano snack ed arrivare ad altezza 110 ( non oltre per favore)sgabello alto.

In questo caso otterrai un effetto ancora più dinamico e niente male.

Naturalmente ricordati di prevedere degli sgabelli altezza bar o meglio ancora regolabili in altezza.

La soluzione dello snack ad altezza “bar” è poco usato perché interrompe la continuità con il piano e lo riduce visivamente ma è molto funzionale quando serve a nascondere parzialmente il piano cottura o il lavello.

Se invece non è previsto un tavolo nell’ambiente puoi prendere in considerazione una penisola o uno snack ad altezza 75.penisola bassa

Realizzare uno snack ad altezza tavolo ti consente di inserire delle sedie standard in modo da non creare disagi ad eventuali ospiti che avrebbero difficoltà ad usare gli sgabelli.

La penisola ad altezza tavolo può essere realizzata anche con il solo piano o addirittura con un tavolo vero e proprio che fa da penisola.

penisola vuota

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                              La penisola al centro della composizione

Se  non è possibile posizionare la penisola in nessun altro punto che al centro della composizione, assicurati che vi siano le giuste distanze tra i vari componenti e fa in modo che i punti nevralgici siano tutti da una lato.penisola centrale

Questa soluzione è poco usata e di difficile realizzazione.

In ogni caso l’ho realizzata diverse volte per l’insistenza dei mie clienti e facendo molta attenzione sono riuscito, risolvendo innumerevoli problemi tecnici a fare anche qualcosa di interessante in spazi piccoli e grandi.

Per concludere ti do qualche altra indicazione.

Se scegli una cucina bianca e minimale è molto intrigante differenziare il colore del piano della penisola che può essere in massello materico in netto contrasto con il resto.

Il retro della penisola può essere rifinito con un semplice pannello, con delle finte ante e con delle mensole o vani a giorno.

La penisola può essere attrezzata con lavello o piano cottura in tal caso ti rimando al post precedente in cui parlo di “isola” attrezzata:

La cucina ad isola

Per concludere inserisco alcune immagini che potrebbero interessarti.

Rastelli CucineROYALE ok x stampa_Layout 1

 

Cesar Cucinecesar

 

Yara Cesar

 

Non inserisco altre immagini perché queste bellissime cucine  difficilmente le vedrai in una casa “normale”.

Utilizza comunque i cataloghi come spunto ma proiettati sulle tue dimensioni reali oltre che al tuo budget e con un buon lavoro, seguendo le giuste regole potrai realizzare la tua cucina con penisola da sogno.

Michele De Biase.

 

SEI RAGIONI PER COMPRARE DA NOI LA TUA CUCINA

Contattaci per ulteriori informazioni

Tel. 080 432.2960

linea3arredamenti@linea3arredamenti.it

LINEATRE ARREDAMENTI

ALBEROBELLO BARI

 

Posted on 6 commenti

Quanto costa una cucina?

 

 

 

In questo post ti svelerò alcuni segreti per comporre una cucina con un budget ridotto:

 
4/5000 euro
 
 

Il tuo budget per la cucina è di circa quattro/cinquemila euro e non vuoi rinunciare al sogno di una cucina all’americana con isola e sgabelli?

Ti svelo qualche piccolo segreto.

Innanzitutto se vuoi una cucina con isola o penisola devo presupporre che hai molto spazio a disposizione.

quindi:

  • evita componenti di piccolo taglio . Ad esempio meglio una base da cm 60 che due da trenta e così via. Avrai maggior contenimento e minore costo oltre che una composizione più bella e corposa;
  • fa grande uso di mensole e utilizza colonne dispensa profonde cm 60 . Le mensole costano meno e rendono la composizione più leggera e particolare;
  • utilizza piani in laminato. Hanno il miglior rapporto qualità prezzo;
  • scegli anche i frontali in laminato. il laminato proposto oggi è molto più curato che in passato. Non teme il confronto con il legno impiallacciato, costa meno ed è molto resistente;
  • richiedi Kit di elettrodomestici tutti di una stessa marca. In genere ci sono offerte anche importanti se prendi tutto Ariston o Rex o altri marchi;
  • non inserire elementi speciali come estraibili vari ed attrezzature interne particolari.Cerca di preferire la base ad angolo cm 90 x 90. Costa meno e non necessità di attrezzature speciali per un utilizzo agevole.


Ti do anche qualche consiglio estetico. 

  • Se ti piace l’effetto legno cerca di miscelarlo con frontali in tinta unita possibilmente opachi.
  • Non accostare mai nella stessa cucina essenze con essenze ( es. rovere scuro e larice chiaro).
  • Confronta sempre i campioni dei colori della cucina con i materiali di casa tua(rivestimento,pavimento o altro).Messi tutti insieme su di un tavolo avrai subito la percezione di quello che va “male o bene”.
  • Prima di acquistare verifica sempre la composizione con un buon disegno grafico. L’effetto finale di un rendering è molto vicino a quello che avrai a casa tua.


Quindi se hai un budget di quattro/cinquemila euro e vuoi una cucina con penisola non ti scoraggiare.

Puoi farcela e ti mostro come esempio una composizione che raccoglie un pò questi consigli.




Questa composizione misura cm 330×330 e non sembra per niente male.
Cosa te ne pare?

Michele De Biase

leggi anche il post Quanto costa una cucina 1 dove potrai approfondire l’argomento.

potrebbe anche interessarti Quanto costa arredare casa.