Pubblicato il

Come arredare il “cucinino”.

cucinino

Il “cucinino” è decisamente tramontato?

Niente affatto!

Se da un lato i produttori di cucine si impegnano a creare cucine sofisticate e super attrezzate dall’altra parte vi è una schiera nutrita di appassionati della cucina lontana dagli sguardi, da non esibire, da usare giusto per cucinare, da poter anche non riordinare se si è stanchi perché tanto c’è una porta che sigilla disordine ed odori.

Se vuoi arredare un cucinino perché ti piace o perché non hai alternative, leggi questo post e troverai degli esempi concreti che ti permetteranno di sfruttare al meglio il piccolo spazio di cui disponi.

Se sei in fase di costruzione o di ristrutturazione e quindi in grado di definire ancora lo spazio, cerca di rispettare gli ingombri minimi che ti consentano un’ottima distribuzione come mostro in questa pianta.

La profondità giusta è cm 180/190 perché ci consente:

  • L’inserimento delle colonne su un lato;
  • Di poter disporre uno spazio di 120/130 per muoverci comodamente;
  • Di poter attrezzare il lato opposto alle colonne senza problemi.

L’accesso centrale ci dà questi vantaggi:

  • Possiamo sfruttare i tre lati della cucina;
  • Abbiamo una visione più gradevole nell’insieme;
  • Otteniamo un effetto visivo di dilatazione dello spazio.

Naturalmente sono possibili altre varianti sulla base dei vincoli esistenti e di seguito ti mostro alcuni esempi.

In questi esempi noterai che preferisco che un lato sia attrezzato con tutte colonne e questo perché, nel caso di composizioni ad angolo con un lato molto corto, è preferibile accostare alla colonna frigo, una colonna ad angolo, nella quale è possibile anche disporre un forno.

Potrai valutare l’inserimento di una base ad angolo in sostituzione della colonna solo se hai necessità di ulteriori piani di appoggio e comunque mai se la profondità della cucina è inferiore a cm 165.

Se la profondità di cui disponi è inferiore a cm 190, sperando che non sia meno di  cm 125, ecco alcune soluzioni .

Questa pianta è relativa ad una cucina effettivamente realizzata ed ha un elemento molto particolare.
Si tratta dell’inserimento del forno nella dispensa ad angolo.

L’inserimento del forno nell’angolo ci consente di sfruttare la base del piano cottura con comodi cassetti e ci consente un utilizzo ottimale del forno alto che in spazi ridotti è certamente più comodo.

Se sei in fase di ristrutturazione ed hai un cucinino da attrezzare cerca di apportare delle modifiche che ti consentano un utilizzo corretto dello spazio seguendo attentamente gli esempi che ho citato.

La modifica più importante da apportare è relativa alla porta di ingresso che ti consiglio di realizzare centrale, scorrevole e quanto più larga possibile.

Se sei in fase di ristrutturazione e sei indeciso se abbattere o meno il cucinino a favore di un ambiente unico, rifletti attentamente perché per quanto siano meravigliose e funzionali le grandi composizioni con i grandi piani di appoggio e gli elettrodomestici di nuova generazione eccetera, il “vecchio cucinino” è una soluzione da non scartare… e poi costa di meno!

Michele De Biase

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

9 pensieri su “Come arredare il “cucinino”.

  1. […] le giuste distanze. Ti invito a leggere il mio articolo sul “Cucinino” oltre ai due che ti ho già consigliato. In questi articoli trovi i suggerimenti relativi […]

  2. non vedo neanche una cucina sui lati opposti (il mio locale /10,80 mq/ é lungo 4500 m x 2400), nel mio caso sui lati più lunghi… Sul lato più piccolo si trova la porta scorrevole di vetro e sull’altro la porta balcone e perciò cercavo i mobili sui lati lunghi.. ma non trovo una soluzione di questo genere qui.
    Cordialmente
    m.hajduszkiewicz

  3. Buongiorno Maria.
    La soluzione che cerca è a binario e difficilmente troverà una soluzione standard da adattare.
    Le serve un progetto ad hoc.
    Legga anche gli altri articoli del blog per aumentare la sua conoscenza o si rivolga ad un buon progettista che sicuramente le troverà una soluzione con facilità.

  4. […]  È l’immagine di copertina di un mio articolo sul cucinino che puoi approfondire cliccando qui. […]

  5. […] Come arredare un “cucinino” […]

  6. ho visto un bell’appartamento ad un prezzo equo. mi frena la presenza del cucinino o cucinotto che di si voglia che in realtà non vorrei (potendo avrei preferito cucina separata ma abitabile)… la stanza è 3×2 con il lato “lungo” dove ci sono gli attacchi gas e acqua (impianti rifatti da non molto) che presenta una metratura utile di 270 cm circa (ci sono delle piccole colonne ai bordi della stanza)… sul lato corto ci sono da una parte una porta e dall’altra una finestra…la porta la sposterei sostituendola con una scorrevole su un lato lungo (quello opposto a gas e acqua) e farei una cucina ad elle ovviamente sugli altri lati…e la soluzione finale sarebbe simile alla 5 piantina pubblicata
    .ho anche pensato ad un piano da infilare sul lato della finestra ad un piano/isola adagiato al muro che passi sotto la finestra e che percorra la stanza in senso longitudinale in modo da farci almenocolazione e appoggiare anche piatti o qualche piccolo elettrodomestico…
    rimango però fortemente in dubbio che possa essere una cucina sufficientemente idonea ai miei usi e a quelli della mia compagna….al momento stiamo in un appartamento con cucina 4×2,10 sicuramente non ben arredata ma già questa ci sembra troppo piccola…un consiglio???

  7. Ciao Ferdinando,
    scusami ma non comprendo la tua richiesta.
    Mandami un disegno e potrò dirti qualcosa.

  8. Ciao,

    grazie mille per i preziosi consigli che sempre dispensi nei tuoi blog.
    Io ed il mio compagno, e credo anche i mobilieri che abbiamo incontrato, siamo un po’ in crisi circa la progettazione della nostra cucina dalle dimensioni un po’ strane.
    La nostra è una cucina di 3×3.15metri con tre aperture su tre pareti: una per la porta di ingresso (che saremmo disposti anche a spostare), una per una porta finestra e l’altra per la porta scorrevole del ripostiglio.
    Praticamente oramai trascorro la maggior parte dei miei pomeriggi a disegnare e provare a creare soluzioni valide e pratiche tenendo presenti le nostre esigenze e le nostre esperienze, visto che sono quasi 10 anni che viviamo in affitto.
    Avrei bisogno di un consiglio di un esperto come te che riesce sempre a coniugare praticità a stile nelle cucine che progetta.
    Dove posso mandarti un po’ di foto dei miei tentativi di progettazione?

    Ti ringrazio in anticipo

Rispondi